In condizioni normali, i raggi luminosi attraversano le lenti del sistema visivo e convergono sulla retina per formare un’immagine messa a fuoco. L’immagine viene letta e quindi trasmessa attraverso il nervo ottico al cervello, che elabora le informazioni visive provenienti dai due occhi unendole in un’unica impressione visiva.
I difetti visivi o ametropie sono difetti della messa a fuoco dovuti a un’anomalia del sistema visivo.

  • Miopia: è un difetto visivo per cui gli oggetti distanti appaiono sfuocati, mentre quelli vicini nitidi. La causa è che i raggi luminosi non si focalizzano sulla retina ma davanti ad essa.

 

  • Ipermetropia: è un difetto visivo per cui gli oggetti appaiono sfuocati a tutte le distanze, soprattutto da vicino. I raggi luminosi non vengono messi a fuoco sulla retina ma al di là di essa.

 

  • Astigmatismo: è un difetto che causa una distorsione delle immagini. E’ causato da una forma irregolare della cornea, per cui i raggi luminosi che l’attraversano vengono deviati e non convergono sullo steso punto della retina.

 

  • Presbiopia: La presbiopia è una condizione fisiologica dell’apparato visivo che insorge mediamente attorno ai 40 anni. È prettamente legata a una perdita di efficienza dell’apparato accomodativi. Si manifesta come difficoltà a mettere a fuoco da vicino, dovuta a una perdita progressiva di elasticità del cristallino.

i-difetti-visivi-nel-bambino_linottica_thiene